Mal di testa e Caffè

Se bevo tanto caffè, evito il mal di testa?

La caffeina contenuta nel caffè è un vasocostrittore. Bere un caffè, durante un attacco d’emicrania, può essere d’aiuto. Bisogna, però, stare attenti all’abuso, la caffeina è come una droga. Abituare il nostro corpo alla vasocostrizione della caffeina, ci costringe ad assumerla in modo continuativo ed eccessivo per evitare la conseguente vasodilatazione.

Vasodilatazione è uguale a mal di testa se ne siamo predisposti quindi una esagerata quantità protratta nel tempo di caffè, può provocare l’emicrania. Questo meccanismo si chiama “effetto rebound” che tradotto letteralmente vuol dire “effetto rimbalzo”.

Non di rado, la cefalea da week-end è causata da un’assunzione continua durante la settimana di una data dose di caffè, mentre il sabato e la domenica si beve, a dir poco, la metà delle dosi. In altre parole il nostro corpo va in astinenza e lo comunica col mal di testa. Come sempre, quando si parla di mal di testa, la parola chiave è “moderazione”.


Published on Monday, May 9, 2016 4:22 PM

You might also like

Cookie policy

Questo sito fa uso di cookies tecnici propri e di terze parti necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Per maggiori informazioni puoi visitare la nostra cookie policy completa al seguente link

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altro modo, acconsenti all’uso dei cookie.